Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Pubblicità
Pubblicità

Via Sammartini 73: il Comune alla ricerca di idee per riqualificare e gestire lo stabile in disuso

Recuperare e valorizzare la palazzina inutilizzata di via Sammartini 73.

viaSammartini500Con questo obiettivo il Comune dà il via ad un’indagine esplorativa per raccogliere proposte e manifestazioni d’interesse sul fabbricato dismesso nei pressi della Stazione Centrale (Municipio 2), utilizzato in passato come sede degli uffici amministrativi dell’ex mercato ittico.

 L’iniziativa nasce nell’ambito dell’attività di valorizzazione sociale degli spazi di proprietà comunale collocati negli ambiti strategici individuati dal Piano Periferie e con l’obiettivo di favorire processi partecipati per definire le finalità di recupero di immobili non più utilizzati.

 L’avviso è finalizzato ad avviare ampie consultazioni e ad acquisire la documentazione preliminare per porre le basi dei successivi passi verso la valorizzazione dello spazio e la sua restituzione in piena sicurezza alla città.

 Le proposte migliori costituiranno infatti un’indicazione per eventuali interventi di recupero a carico diretto dell’Amministrazione o per orientare la formulazione dei bandi di assegnazione a soggetti pubblici o privati a fronte della presentazione di un valido progetto sociale, culturale o imprenditoriale.

 La palazzina, di oltre 2mila metri quadrati su tre livelli (interrato, terra e primo piano), affaccia su via Sammartini e costituisce la parte residuale non riqualificata del complesso dell’ex mercato del pesce. La sua costruzione risale agli anni Cinquanta, la distribuzione planimetrica è semplice e regolare, con l’ingresso posto al centro della facciata che immette in un ampio atrio da cui si diramano i corridoi longitudinali che distribuiscono i vari locali.

 Le forme e le modalità di presentazione delle ipotesi gestionali e di riqualificazione sono a libera scelta dei partecipanti e dovranno essere consegnate o inviate in busta chiusa al Comune di Milano, ufficio Protocollo della direzione Periferie, come meglio specificato nell’avviso pubblico, entro le ore 12 del 30 giugno.

Pubblicità